• Biodiversità Zootecnica

     

    "La salvaguardia della diversità genetica passa attraverso la conoscenza."

    Carlo Cosentino - 2011

  • Biodiversità Zootecnica

    La diversità biologica rappresenta il processo evolutivo che nel corso dei millenni ha generato le specie animali e vegetali esistenti attraverso la selezione naturale

     


  • Biodiversità Zootecnica

     

    La varietà di caratteri morfologici e funzionali rappresenta una risorsa “non rinnovabile"

     


  • Biodiversità Zootecnica

     

    Nel mondo vengono allevate e selezionate pochissime razze animali di interesse zootecnico che sostituiscono ovunque le razze locali."

     


  • Biodiversità Zootecnica

     

    Tutelare e valorizzare le razze zootecniche locali, i meticci e le specie tipiche."

     


  • Biodiversità Zootecnica

     

    Incentivare e salvag uardare la zootecnia estensiva può aiutare a contrastare l'abbandono dei territori rurali."

     


  • Biodiversità Zootecnica

     

    L'allevamento estensivo è fondamentali per il presidio e il governo del territorio rurale."

     


  • Biodiversità Zootecnica

     

    L'introduzione e l'invasione di Specie aliene rappresenta una minaccia per la biodiversità."

     


Alcuni plus sulla conservazione

Could not load widget with the id 10.

BIODIVERSITÀ E INNOVAZIONE: LA PERCEZIONE DEL CONSUMATORE PER IL PRODOTTO ONOCOSMETICO

Posted in Abstract

SESSIONE 3: BIODIVERSITÀ, CONSERVAZIONE DEL SUOLO E SERVIZI ECOSISTEMICI

Abstract: BIODIVERSITÀ E INNOVAZIONE: LA PERCEZIONE DEL CONSUMATORE PER IL PRODOTTO ONOCOSMETICO

Nel presente studio si è valutata la percezione del consumatore verso una crema viso a base di latte di asina proveniente da allevamenti montani del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese. Il latte presentava la seguente composizione chimica: proteine 13,5 g/l; grasso 2,9 g/l, lattosio 59,8 g/l, sostanza secca 80,6 g/l, ceneri 4,5 g/l. L’attività antiossidante, espressa come percentuale di inibizione, è risultata del 79,54% con saggio ABTS e del 58,84% con saggio DPPH. Al consumer test hanno partecipato 80 soggetti reclutati in modo casuale tra maschi e femmine e suddivisi in base al tipo di pelle (secca e grassa) e di età compresa fra 30 e 50 anni. Il test è stato condotto "at home" e i partecipanti sono stati invitati ad applicare la crema ogni sera per 15 giorni. Gli aspetti sensoriali della crema sono stati valutati, con un punteggio da 1 a 10, a 7 e a 15 giorni dall'inizio del trattamento. L'analisi della varianza ha evidenziato l'effetto del tipo di pelle. A 7 giorni dall'inizio del trattamento, il giudizio totale dell’aspetto della crema ha riportato il punteggio più alto nei consumatori (+1,15, P<0,05) e nelle consumatrici (+1,40, P<0,05) con pelle grassa. Queste ultime hanno espresso un punteggio più elevato sul giudizio totale relativo al profumo (+1,7, P<0,05). A 15 giorni i giudizi complessivi sull'aspetto e sul profumo della crema sono risultati migliori nelle consumatrici con pelle grassa (+1,53, P<0,01 e +1,38, P<0,05, rispettivamente). I consumatori con pelle secca hanno apprezzato maggiormente il profumo (+1,03, P<0,05) e l’efficacia della crema (1,06, P<0,05).
Parole chiave: zoocosmesi, latte, asina, biodiversità, innovazione. 

Cosentino C., Paolino R.1, Freschi P., Musto M., Adduci F., Valentini V., Miglionico P., Pecora G. (2014). Biodiversità e innovazione: la percezione del consumatore per il prodotto onocosmetico. X Convegno Nazionale della Biodiversità, 3-5 settembre, CNR Roma.
Atti X Convegno Nazionale sulla Biodiversità, Copyright CRA-Centro Ricerche per lo studio delle Relazioni tra Pianta e Suolo - pp 322-330.

LA ZOOCOSMESI: NUOVA OPPORTUNITÀ PER L'ALLEVAMENTO BOVINO PODOLICO

Posted in Abstract

ESSIONE 3: BIODIVERSITÀ, CONSERVAZIONE DEL SUOLO E SERVIZI ECOSISTEMICI

Abstract: LA ZOOCOSMESI: NUOVA OPPORTUNITÀ PER L'ALLEVAMENTO BOVINO PODOLICO

Il latte di bovine podoliche, allevate su pascoli naturali di montagna non trattati con diserbanti e fertilizzanti chimici, rappresenta un ottimo costituente di base per la preparazione di cosmetici naturali essendo un tensore naturale, ricco in vitamine, sali minerali, antiossidanti, proteine, enzimi e lipidi, essenziali per la protezione e rigenerazione delle cellule. Nell’ambito di una più ampia ricerca inerente alla "Zoocosmesi per le imprese e l'innovazione di prodotto" si è svolta una prima indagine di mercato finalizzata alla valutazione della propensione all'acquisto di un nuovo prodotto cosmetico a base di latte podolico. L'indagine è stata condotta su un gruppo di 400 consumatori residenti in Basilicata, ai quali è stato somministrato un questionario semi-strutturato. I risultati hanno evidenziato che l’84% degli intervistati è disposta ad acquistare un prodotto definito "di nuova generazione" e il 69% evidenzia una propensione per prodotti innovativi a base di sostanze naturali.
Parole chiave: Zoocosmesi, Podolica, Latte, Biodiversità.

Cosentino C., Valentini V., Musto M., Paolino R.1, Freschi P., Calluso A. M., Pecora G., D’Adamo C. (2014). La zoocosmesi: nuova opportunità per l'allevamento bovino podolico. X Convegno Nazionale sulla Biodiversità, 3-5 settembre 2014, CNR Roma. Atti X Convegno Nazionale sulla Biodiversità, Copyright CRA-Centro Ricerche per lo studio delle Relazioni tra Pianta e Suolo - pp 331-337.

Contatti

UNIVERSITA' DEGLI STUDI
DI BASILICATA

Facoltà di Agraria

Dipartimento di Scienze delle Produzioni Animali
Campus Macchia Romana


85100 - Potenza
Italia

Contact us